Tortellini o raviolini in brodo, solo per Natale!

Tortellini in brodoNon avremmo mai pensato di fare in casa i tortellini (raviolini)  ma, mai dire mai, quattro anni fa li abbiamo preparati per il pranzo di Natale ed è stato un successone. Da allora li facciamo tutti gli anni.
Inutile mentire, la preparazione richiede molto tempo e sarebbe meglio prepararli con più persone, in modo da lavorare a catena. Comunque, anche da soli, una volta l’anno si può fare!

La ricetta è “rubata” dalla nostra vicina che ne fa più di 2000 per volta, e non solo a Natale! Quindi non è quella classica emiliana, né per quanto riguarda il ripieno né per la forma.
La particolarità della farcia è data dall’uso del salame che dona ai questi raviolini un sapore davvero interessante.
E non li facciamo a forma di tortellino. La preparazione richiede già molto tempo (soprattutto se si è da soli), che abbiamo optato per la forma a raviolino. Usiamo infatti uno stampino per raviolini in brodo, quello con i quadratini piccoli, per velocizzare la preparazione.
Però, se proprio non volete rinunciare alla forma classica del tortellino, potete imparare guardando qui.

Ingredienti

Abbiamo diviso per tre le dosi originali (che erano per più di mille raviolini), in questo modo se ne otterranno 360/400 (dipende dalla quantità di ripieno che si mette).
Le dosi per i tortellini-raviolini in brodo sono di circa 30 a persona ma, per esperienza personale, meglio calcolarne 35/40!

Ecco quello che occorre:
per la farcia:
133 grammi di carne di bovino magro, 133 grammi di carne di maiale (lombo), 133 grammi di petto di tacchino, 70 grammi di prosciutto crudo, 25 grammi di salame, 50 grammi di mortadella, 50 grammi di parmigiano, 2 tuorli grandi, sedano, carota e cipolla e un pizzico di noce moscata.

per la pasta:
600 grammi di farina (ma se tirate la pasta con la macchinetta meglio 300 gr di semola e 300 di farina,), 6 uova e un pizzico di sale.

Ricetta dei tortellini-raviolini passo passo

La farcia

ingredienti per i tortellini

  • La prima cosa da fare è preparare tutte le carni, tagliandole a pezzetti. (foto 1 e 2)
  • Tagliare anche sedano, carota e cipolla ma a pezzi grandi perché poi andranno tolti. (foto 2)
  • Mettere sul fuoco una padella con olio e fare il soffritto. (foto 3)
  • Quando il soffritto è pronto aggiungere le carni e farle cuocere. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza dei pezzi di carne. (foto 4)

preparazione della farcia

  • Una volta cotte le carni, togliere cipolla e sedano, lasciando solo la carota e lasciare tutto a raffreddare. (foto 5)
  • Preparare tutti gli altri ingredienti e tagliare grossolanamente i salumi (prosciutto salame e mortadella). (foto 6)
  • Appena le carni saranno fredde, unire tutti gli altri ingredienti e mescolare.
  • Frullare il tutto (carni+tutti gli ingredienti) ed ottenere l’impasto per il ripieno. Lasciamolo riposare e passiamo a fare la sfoglia. (foto 7 e 8)
    Lo chef (mio marito) dice che è meglio frullare solo le carni con i salumi e poi aggiungere gli altri ingredienti!

La sfoglia

preparazione della sfoglia

  • Impastare la farina con le uova e un pizzico di sale (vedi post sulla pasta fatta in casa). (foto 9)
    Tirare la pasta a mano o con la macchinetta. Con la macchinetta potete tirarla fino all’ultimo buco, sottilissima, ma va bene anche il penultimo buco anche se si sentirà di più il sapore della sfoglia che del ripieno.
  • Formare dei rettangoli di sfoglia un po’ più grandi dello stampino. Se siete da soli, fate solo due rettangoli alla volta, altrimenti la sfoglia si seccherà e sarà inutilizzabile! (foto 10)
  • Poggiare un rettangolo di sfoglia (infarinato dal lato che toccherà lo stampo), sullo stampo che, a sua volta, sarà stato ben infarinato. Infarinare lo stampo è fondamentale (è il segreto per usare lo stampino!) altrimenti i raviolini non si staccherano. (foto 11 e 12)

formare i raviolini con lo stampo

  • Riprendere il ripieno pronto e mettere una pallina in ogni quadratino. (foto 13)
  • Adagiare sopra un altro rettangolo di sfoglia e premere un po’ con le mani per chiudere. (foto 14)
  • Usare poi il mattarello piccolo (in dotazione nel kit 44 raviolini) per premere sullo stampino, all’inizio con una pressione leggera per non rovinare la sfoglia. Capolvolgere quindi lo stampino sulla spianatora. (foto 14 e 15)

raviolini pronti

  • Attenzione, non aspettatevi che usciranno raviolini già tagliati, sarà un blocco unico, quindi bisogna usare la rotella taglia pasta per dividere i raviolini seguendo le linee incise! Ed è meglio anche spennellare via l’eccesso di farina. (foto 16 e 17)
  • Man mano che i raviolini saranno pronti, adagiarli su vassoi cosparsi di farina. (foto 18)
  • Se non li mangiati subito, mettere i vassoi nel congelatore. Solo quando i raviolini saranno congelati, si potranno togliere dai vassoi e mettere in sacchetti da frezeer.
  • Avanzerà della sfoglia, ma noi non la usiamo per fare altre sfoglie per raviolini perché rimpastandola diventa più dura. Però, se è tanta, si può usare per fare fettuccine o maltagliati.

E il brodo per i raviolini?

Di solito prepariamo i raviolini-tortellini una decina di giorni prima di Natale e li congeliamo, in questo modo il giorno della Vigilia possiamo dedicarci al brodo di carne (con gallina) che accompagnerà i raviolini oltre, ovviamente, a tutte le preparazioni per la cena.

Quando il brodo è pronto lo facciamo raffreddare e poi lo mettiamo in frigo.
Il 25 mattina lo rimettiamo sul fuoco, già chiarificato, cioè togliendo tutto il grasso che si solidifica in superficie, e a bollore tuffiamo i raviolini presi direttamente dal congelatore. Solo 5 minuti e sono pronti.

Se volete esagerare, potete scaldare il brodo a parte, e cuocere i tortellini-raviolini in acqua salata (o acqua salata e brodo), e poi scolarli e servirli con il brodo scaldato a parte. In questo modo il brodo rimarrà limpidissimo, e farete un figurone!

Questo raviolini sono un piatto che riscalda il cuore, proprio come il Natale. E quest’anno di amore e gratificazioni c’è bisogno più che mai!

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *